Ancient Shipwrecks of the Mediterranean

Ci ho messo circa 5 giorni, ma alla fine sono riuscito a produrre un grafico accettabile del numero di relitti navali nel Mediterraneo tra V e VII secolo d.C.

Schermata di R con la visualizzazione del grafico
Schermata di QGIS con la mappa dei relitti

Produrre un breve programma in linguaggio R è stato più difficile del previsto, considerato che è molto più simile al C (di cui non so nulla) che non a Python (l’unico vero linguaggio che posso dire di conoscere per sommi capi).

Comunque alla fine me la sono cavata e la mitica media ponderata individuale è stata domata… Da qui a farne materia di un esame universitario, è tutta un’altra storia…

Il codice per le medie ponderate individuali si trova qui.

Pubblicato da

Stefano Costa

Archaeologist, I work in Liguria where I live with my family. In my studies, I spent most of my energies with the Late Antique and Early Medieval/Byzantine period on the northern side of the Mediterranean, focusing on pottery usage patterns. I'm also involved in open source and open knowledge initiatives.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.