Libri che ho letto nel 2014

Nel 2014 ho letto veramente poco. Un elenco abbastanza stringato:

  • La prosivendola, Daniel Pennac
  • Alta fedeltà, Nick Hornby
  • Il gioco grande del potere, Sandra Bonsanti
  • Per questo ho vissuto, Sami Modiano
  • È il tuo giorno, Billy Lynn, Ben Fountain
  • Baudolino, Umberto Eco
  • L’armata dei sonnambuli, Wu Ming

Archaeology stuff:

  • In small things forgotten, Jim Deetz
  • Punk Archaeology, Bill Caraher, Kostis Kourelis, Andrew Reinhard

Letture post-pedeutiche al viaggio in Patagonia, è stato anche meglio che leggerli prima:

  • In Patagonia, Bruce Chatwin
  • Patagonia, Chris Moss

Saggi, uno solo ma fondamentale:

  • Capital in the 21st century, Thomas Piketty

Se non vi scoccia ascoltare un consiglio, leggete Capital 21C, o almeno dedicate 20 minuti alla supersintesi video. Oppure al riassunto scritto di Cory Doctorow.

Pubblicato da

Stefano Costa

Archaeologist, I work in Liguria where I live with my family. In my studies, I spent most of my energies with the Late Antique and Early Medieval/Byzantine period on the northern side of the Mediterranean, focusing on pottery usage patterns. I'm also involved in open source and open knowledge initiatives.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.